Tenacia, costanza e passione per il mestiere.
È così che nasce ‘Al bottegone’, l’attività fondata da Francesco Brignoli, classe 1925.
Francesco comincia a lavorare come garzone per un ambulante che gli insegna il mestiere e dal quale acquista, nel 1949, il camioncino su cui inizia la sua attività come venditore ambulante stagionale di biancheria per la casa.
Sul camioncino, in giro tra Milano e Pavia, Francesco e il fratello Luigi vendono coperte, tappeti, e tendine a metratura, non confezionate e prodotte nel loro paese, Peia (in Val Gandino, Bergamo).
Questi anni di attività gli permettono di instaurare con i clienti un rapporto di fiducia e di rispetto reciproci, fattori che contraddistingueranno il suo modus operandi anche negli anni avvenire.
Nel 1953 Francesco decide di dare una svolta alla sua vita, abbandonando l’attività da ‘pendolare’ e aprendo una piccola bottega a Pero (hinterland nord-ovest di Milano).
Qui si ferma a vivere, e conosce la donna che diventerà sua moglie, Luigia.
Durante gli anni, la sua attività si sviluppa di pari passo con la crescita del paese, tanto che, nel 1987, Francesco decide di trasferire il negozio in un locale molto più grande.
Adesso, infatti, il ‘bottegone’ è un negozio di abbigliamento e biancheria per la casa di circa 250 mq, con due grandi vetrine ed un magazzino nel seminterrato, situato al centro della principale arteria commerciale di Pero.